News

Sirmax, cresciuti del 70% i volumi di plastica riciclata

Sirmax ha aumentato del 70% i volumi dei compound da post-consumo nel primo semestre dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2020. Il risultato è stato raggiunto attraverso la controllata al 100% SER di Salsomaggiore Terme (Parma),

“È il segno, non solo che la scelta di investire anche nella produzione di compound green derivante dal riciclo di rifiuti urbani si è rivelata vincente per il nostro gruppo – spiega Massimo Pavin, presidente di Sirmax Group -, ma anche che la nostra plastica nobilitata e adatta a qualsiasi esigenza del cliente viene sempre più apprezzata. Per questo siamo orgogliosi di aver conquistato, soprattutto in Italia, nuovi clienti”.

Le plastiche da post-consumo di Sirmax si basano su un forte know-how nel campo dei compound tecnici: materia prima seconda, completamente inodore, in grado di sostituire appieno la plastica vergine in innumerevoli applicazioni. Il compound riciclato di Sirmax viene poi arricchito con capacità meccaniche e tecnologiche. In collaborazione con il cliente, Sirmax interviene nella progettazione del manufatto in plastica, offrendo soluzioni di stampaggio che permettono di ridurre l’utilizzo di plastica vergine, a vantaggio dell’ambiente e della sostenibilità. Dal 2019, anno dell’acquisizione, in SER sono stati investiti più di 20 milioni di euro, con il raddoppio della catena di produzione e la riqualificazione dello stabilimento.

Crescita del 6% rispetto al primo semestre 2020 di volumi di vendita anche per il comparto dei biopolimeri per packaging alimentare, sacchetti per GDO, farmacie e raccolta della frazione organica. La produzione di questi materiali è concentrata nello stabilimento Sirmax di Mellaredo di Pianiga (Venezia).

production mode