News

Tecast, semilavorati in poliammide Ensinger

Lastre Tecast di Ensinger in nuovi formati e standard di qualità costanti grazie a una produzione automatizzata.

Ensinger continua gli investimenti per il miglioramento della sua efficienza produttiva. Negli stabilimenti di Cham, seconda storica sede produttiva del gruppo, l’azienda ha infatti automatizzato la maggior parte dei processi di produzione dei semilavorati plastici delle linee dedicate alle poliammidi colate. Grazie a sequenze di produzione programmate e test di controllo qualità completamente automatizzati, le nuove strutture consentono una produzione ora più flessibile ed efficiente di lastre e barre in Tecast. L’adattamento degli stampi a differenti spessori di lastre richiede ora tempi minimi e la modifica può essere regolata con un semplice click del mouse. Questo permette a Ensinger la produzione di prodotti in formati standard con un alto tasso di efficienza e dunque di offrire una maggior disponibilità a breve termine. Dall’altro lato, nel caso di prodotti non-standard, la sede produttiva di Cham è in grado di rispondere rapidamente e in modo flessibile alle specifiche esigenze dei clienti, in quanto la dimensione dello spessore delle lastre può essere modificato con precisione millimetrica esattamente secondo le dimensioni necessarie per il prodotto finale. Soprattutto quest’ultima funzionalità può significare un notevole risparmio per il cliente finale poiché con uno spessore ottimizzato i successivi processi di lavorazione richiedono un tempo minore e producono meno scarti, contribuendo a generare notevoli risparmi anche in termini di costo dei componenti finali. L’automatizzazione dei processi permette infine all’azienda di poter garantire un elevato e costante standard di qualità per questi prodotti, con importanti benefici per i clienti durante le successive fasi di lavorazione.

production mode