News

ROL: tecnologia di estrusione viscotec per evitare la Plastic Tax

L’azienda ROL, con sede a Forlì, ha investito in una linea di estrusione lastra PET di Starlinger viscotec (società rappresentate in Italia da Baracco srl) e in una tecnologia di decontaminazione per la produzione di PET riciclato ad uso alimentare. Il PET riciclato è il materiale più sostenibile per sostituire il materiale vergine e per evitare la Plastic Tax, attualmente discussa per le plastiche vergini in Italia. La Plastic Tax entrerà in vigore il 1° gennaio 2022 con un’aliquota di 0,45 euro al chilogrammo, dovuta solo per la quantità di materia plastica vergine contenuta nei Macsi (manufatti con singolo impiego).

A titolo di esempio, sono considerati Macsi i fogli, le lastre, le preforme, le bottiglie, i tappi, i contenitori, i coperchi, i sacchetti, le borse, gli imballaggi e film.

Diventare verdi con un foglio in rPET

“Estrudiamo idee per il tuo futuro”, è la promessa che ROL fa ai propri clienti, e la mantiene offrendo nuovi materiali eco-compatibili come il PET riciclato. Con l’acquisto della linea di estrusione viscoSHEET da Starlinger viscotec, ROL ha preso la decisione di tendenza di utilizzare fiocchi di PET riciclato post-consumo come fonte di materia prima. Il foglio sostenibile realizzato con PET riciclato (rPET) si allinea perfettamente con l’impegno di ROL nell’offrire prodotti della massima qualità rispettando l’ambiente.

“Forniamo soluzioni per i nostri clienti combinando innovazione continua e decenni di esperienza. Con la tecnologia viscotec deCON e la linea di estrusione di lastre rPET possiamo produrre lastre in PET per alimenti utilizzando materiale post-consumo riciclato al 100% rispettando gli standard di qualità alimentare come EFSA e FDA. Con il PET riciclato post-consumo, siamo pronti a evitare la tassa sulla plastica per il materiale vergine che l’Italia e altri paesi europei considerano di implementare”, sottolinea Luigino Pascucci, direttore generale di ROL.

Tra i clienti di ROL ci sono alcune delle più famose aziende italiane che producono prodotti farmaceutici, alimentari, cosmetici e di termoformatura. Con 30 dipendenti, ROL elabora PET, PS e PLA su due siti di produzione e genera un fatturato di 11 milioni di euro. Il nuovo sito di produzione è di 2.500 metri quadrati e ha una capacità di produzione annuale di PET di circa 10.000 tonnellate.

Alti livelli di automazione della linea di estrusione

I costi dei materiali sono ridotti al minimo, grazie all’elevata flessibilità ed efficienza delle nuove attrezzature.

“Per noi è determinante l’elevato grado di automatizzazione della nuova linea lastre.”, spiega Cinzia Viroli, presidente ROL, “Tempi di cambio formato brevi, cambio ricetta immediato e cambio rapido dello spessore della lamiera ci consentono di produrre una qualità eccezionale a un prezzo competitivo”.

Il roll stack a controllo automatico garantisce il massimo aspetto ottico e un foglio senza stress. Il controllo di qualità in linea è assicurato dalla misurazione della viscosità intrinseca del materiale, inoltre la funzione di stampo automatico del viscoSHEET fornisce un’ampia gamma di spessori e un profilo di spessore perfetto da sinistra a destra. Una sola persona può far funzionare la linea di estrusione PET, che è un altro importante vantaggio dovuto agli alti livelli di automatizzazione, secondo ROL. La più recente tecnologia per un futuro sostenibile.

production mode