News

PVC, gli stop della produzione negli Usa

Shintech ha chiuso la produzione di PVC da 1,45 milioni di tonnellate all’anno a Freeport, in Texas, a causa della mancata fornitura di monomeri di cloruro di vinile. Lo riferisce l’agenzia S&P Global Platts.

La chiusura del più grande impianto di PVC degli Stati Uniti ha spinto la capacità produttiva di PVC offline degli Stati Uniti a circa il 58%, secondo i dati S&P Global Platts. Circa il 41% della capacità di PVC degli Stati Uniti era già offline dopo il passaggio dell’uragano Ida lo scorso 29 agosto in Louisiana.

La chiusura della produzione Shintech a partire dal 30 agosto è avvenuta dopo che l’impianto VCM di Olin da 835 mila tonnellate all’anno a Freeport ha chiuso la stessa settimana a causa di un guasto alle apparecchiature. Nessuno dei due stop è correlato all’uragano Ida, che ha colpito la Louisiana, il Mississippi e altri stati, nel suo percorso verso il nord-est degli Stati Uniti.

La chiusura di Shintech, in aggiunta alle chiusure causate da Ida in Louisiana, diminuisce ulteriormente la disponibilità di PVC che è stata ridotta per tutto il 2021, con un probabile ulteriore aumento dei prezzi.

La capacità produttiva di PVC degli Stati Uniti finita offline con la chiusura di Shintech è paragonabile a quella causata dall’ondata di gelo che ha colpito la costa del Golfo e gran parte degli Usa a metà febbraio, costringendo al fermo degli impianti petrolchimici. Gli stabilimenti di clorovinile lungo il Mississippi sono stati in gran parte risparmiati dal gelo, che ha colpito Lake Charles, Louisiana e impianti in tutto il Texas.

L’andamento dei prezzi

A fine marzo, i prezzi del PVC export sono saliti a 1.800 $/ton FAS Houston, il massimo storico dal 1983, a causa dell’ondata di gelo che ha colpito l’offerta. Il PVC export è stato valutato il 1° settembre a 1.675 $/ton FAS, dopo un rimbalzo da 1.450 $/ton FAS a metà luglio, secondo i dati di Platts.

Anche i prezzi del PVC sul mercato interno sono aumentati dalla metà del 2020 a causa del boom edilizio negli Stati Uniti, alimentato dai consumatori che cercano più spazio quando lavorano da casa a causa della pandemia. I prezzi sono aumentati di 1.003 $/ton da giugno 2020 e sono stati valutati il 1° settembre a 2.017$-2.061 $/ton.

Le attività di Formosa Plastics USA a Baton Rouge, che includono un impianto di PVC da 513 mila tonnellate all’anno, sono state parzialmente riavviate dopo Ida, in attesa del completo ripristino della normale fornitura. Formosa ha dichiarato forza maggiore il 5 settembre alla luce della riduzione della produzione dopo il passaggio della tempesta.

production mode