News

Istat, riparte la produzione industriale

Riparte l'industria italiana a maggio: +42,1% rispetto ad aprile. Ma nel confronto con il 2019 resta sotto del 20,3%.

L’Istat ha diffuso oggi i dati sulla produzione industriale italiana. Ad maggio 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale di articoli in plastica e gomma aumenti del 75,9% rispetto ad aprile. Nella media del periodo marzo-maggio, il livello destagionalizzato della produzione diminuisce del 36,5% rispetto ai tre mesi precedenti.

A maggio 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale complessiva aumenti del 42,1% rispetto ad aprile. Nella media del periodo marzo-maggio, il livello della produzione cala del 29,9% rispetto ai tre mesi precedenti. L’indice destagionalizzato mensile mostra aumenti congiunturali diffusi in tutti i comparti: aumentano in misura marcata i beni strumentali (+65,8%), i beni intermedi (+48,0%), i beni di consumo (+30,8%) e, con una dinamica meno accentuata cresce l’energia (+3,4%).

Questo il commento dell’Istat: “Dopo la forte flessione registrata ad aprile, mese caratterizzato dalle chiusure in molti settori produttivi in seguito ai provvedimenti connessi all’emergenza sanitaria, a maggio si assiste ad una significativa ripresa delle attività: tutti i comparti sono in crescita congiunturale, ad eccezione di quello delle industrie alimentari, bevande e tabacco, che registra una leggera flessione. Il livello della produzione, peraltro, risente ancora della situazione generata dall’epidemia di Covid-19: l’indice generale, al netto della stagionalità, presenta una flessione del 20,0% rispetto al mese di gennaio, ultimo periodo precedente l’emergenza sanitaria”.

Documenti Allegati

Istat - Produzione industriale maggio 2020

production mode