News

Engel torna a crescere

Si conclude con un fatturato di 1,1 miliardi di euro l’anno fiscale 2020/21 di Engel, società austriaca costruttrice di presse per stampaggio a iniezione.  Sebbene i ricavi delle vendite siano nuovamente diminuiti rispetto all’anno precedente con un calo del 15%, Engel prevede una nuova crescita per l’anno fiscale in corso.

“Il nostro portafoglio ordini è pieno come lo era nel 2018. Siamo davvero schizzati alle stelle fuori dalla crisi”, afferma il CEO Stefan Engleder.

“Se la tendenza al rialzo si consolida, una crescita dell’ordine del 20 percento è realistica”, afferma il CSO Christoph Steger.

In crescita America e Asia

La distribuzione regionale delle vendite alla fine dell’anno fiscale 2020/2021 riflette l’impatto della crisi. L’Europa ha contribuito per il 45% ai ricavi delle vendite del Gruppo, al di sotto della quota del 54% dell’anno precedente. Le Americhe hanno rappresentato il 30 percento – rispetto al 25 percento dell’anno prima – e l’Asia il 23 percento, rispetto al 20 percento dell’anno prima.

“Le Americhe e l’Asia – e la Cina in particolare – sono state le prime a vedere l’economia riprendersi, e con forza”, afferma Steger. “Ma nel frattempo, anche l’Europa è chiaramente tornata sulla buona strada”.

I settori di applicazione delle presse Engel

Cambiamenti anche nella distribuzione delle vendite per linea di business. In particolare, la Divisione Stampaggio Tecnico ha registrato una crescita significativa. Lo stampaggio tecnico include i segmenti dei prodotti domestici, dello sport, dei giochi e del tempo libero, che hanno registrato un aumento della domanda in tutto il mondo durante la pandemia. Ulteriore crescita anche della business unit Medical. I prodotti in plastica stanno dando un importante contributo alla lotta contro la pandemia.

Anche se la situazione degli ordini suscita ottimismo, permane un grado di incertezza che rende difficile la pianificazione. “Dobbiamo essere preparati per i mercati che diventano più volatili e richiedono maggiore flessibilità da parte nostra. La nostra rete di produzione globale e la maggiore attenzione alle competenze decentralizzate nelle vendite, nell’assistenza e nell’ingegneria di elaborazione ci aiutano ad agire in modo versatile”, continua Engleder.

Le difficoltà di approvvigionamento di componenti e materiali

La sfida più grande al momento sono i colli di bottiglia nelle consegne di materie prime e componenti. “La situazione dell’offerta ci vedrà affrontare un paio di sfide nei prossimi mesi”, afferma Engleder. Sebbene ENGEL sia in grado di garantire una capacità di consegna globale grazie alla sua rete internazionale di impianti e alla strategia di doppio approvvigionamento stabilita diversi anni fa, il divario di costo continua ad ampliarsi. I mercati sono surriscaldati e l’aumento dell’inflazione sta aggravando questo effetto”, conclude Engleder. “Ciò avrà un impatto anche sui prezzi nella produzione di macchine”.

production mode