News

Biberon in polifenilsulfone (PPSU) Ultrason di Basf

Il produttore giapponese di prodotti per l’infanzia Zoom T (Tokyo) impiega Ultrason P di Basf per produrre i biberon con il suo marchio Dr. Bétta. Il polifenilsulfone (PPSU) rispetta i rigorosi requisiti di Zoom T per i suoi biberon curvi, sicuri e maneggevoli. Ultrason P 3010 nat è un grado alimentare e presenta eccellenti caratteristiche di forza e resistenza sia chimica che al vapore surriscaldato fino a 180°C. Tali proprietà garantiscono che i biberon siano sicuri da usare, senza rinunciare alla leggerezza e all’infrangibilità. Possono essere impiegati per un periodo di tempo prolungato senza alcuna perdita delle loro qualità meccaniche e ottiche. Trasparente e di un tenue color miele, Ultrason P 3010 resiste con facilità alla sterilizzazione in microonde o in acqua bollente. Il PPSU di Basf consente di progettare forme complesse come quella dei biberon Bétta poiché è idoneo anche al processo di estrusione-soffiaggio. Ultrason® P 3010 ha prestazioni superiori a quelle dei materiali in PPSU disponibili sul mercato utilizzati per la produzione di biberon grazie alla sua eccellente stabilità del fuso, necessaria per il processo di stampaggio per soffiaggio a estrusione.

“Siamo consapevoli che Ultrason viene impiegato anche in applicazioni sensibili e persino in dispositivi di grado medicale grazie alla sua incredibile qualità. Ecco perché ci affidiamo a tale materiale per realizzare il nostro obiettivo: offrire la massima sicurezza con i nostri biberon Bétta”, afferma Tomoko Kawai, Presidente e CEO di Zoom T. “Questo materiale in PPSU unico nel suo genere rende i nostri biberon maneggevoli, duraturi, altamente resistenti e leggeri: perfetti per i genitori impegnati. Con Ultrason P possiamo riprodurre alla perfezione la geometria curva dei nostri biberon Bétta tramite il processo di estrusione-soffiaggio. Ciò è importante perché il design curvo impedisce ai neonati di ingerire aria durante l’allattamento, prevenendo otiti e coliche”.

Nel processo di estrusione-soffiaggio, la plastica fusa viene prima estrusa attraverso una matrice per formare un parison tubolare. Viene quindi sfruttata la pressione interna per gonfiare il parison fuso contro le pareti di uno stampo, in modo da dare alla parte la sua forma. Tale processo flessibile consente inoltre lo stampaggio di parti con geometrie complesse, con vari spessori e design delle pareti. Ultrason P 3010 nat a media viscosità è particolarmente adatto a tale processo grazie alla sua elevata stabilità intrinseca del fuso. Ciò permette al parison caldo e oblungo di restare stabile nonostante la vicinanza alla matrice calda, garantendo un processo ottimale e uniforme.

“La salute e la sicurezza sono aspetti fondamentali nella produzione non soltanto di biberon, ma anche di bottiglie per adulti”, dichiara Georg Graessel di Global Business Development Ultrason presso Basf. “Ultrason è il materiale ideale per tali tipologie di bottiglie perché le rende sicure da maneggiare e utilizzabili per bevande sia calde che fredde, mantenendo la loro stabilità per lungo tempo. Grazie alle numerose possibilità di progettazione in termini di colore e forma, nonché all’opzione di produrre i biberon tramite stampaggio a iniezione o estrusione-soffiaggio, è possibile impiegarlo anche per la produzione di bottiglie d’acqua per lo sport o di bottiglie multiuso per tè verde, diffuse dappertutto nei paesi asiatici”.

production mode