MATERIALI

17 luglio 2015

Stoviglie monouso a Expo2015

Expo2015: impatto ambientale sempre più ridotto per i ristoranti Eataly grazie ai piatti monouso in Mater-Bi di Novamont realizzati da Cami.



Il traguardo del milione di pasti serviti si avvicina velocemente per i 20 ristoranti Eataly di Expo2015 e il primo bilancio di sostenibilità è altamente positivo grazie alle stoviglie monouso in Mater-Bi di Novamont, le uniche a poter essere raccolte con i rifiuti di cucina e avviate al compostaggio, garantendo così la riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati e dell’emissione di gas a effetto serra dei ristoranti Eataly.
Prodotti da Cami, azienda piemontese attiva nel settore della ristorazione collettiva, in particolare scolastica, i piatti e le ciotole in Mater-Bi assicurano compostabilità in conformità allo standard internazionale EN13432, assenza di odore, eccellenti caratteristiche meccaniche ed estetiche e termoresistenza fino a 85°C.
La funzionalità di questi manufatti, che garantiscono prestazioni in alcuni casi superiori al monouso tradizionale (per esempio relativamente alla rigidità dei prodotti,) consente di poter scegliere l’opzione ambientalmente più compatibile, senza rinunciare alle massime performance.
La linea della famiglia di bioplastiche Mater-Bi per il settore della ristorazione che comprende piatti, bicchieri, posate, ciotole, contenitori monoporzione, cannucce, coppette e palette gelato realizzati con l’ultima generazione di biopolimeri si conferma la scelta privilegiata in tutte quelle applicazioni d’uso come i grandi eventi di pubblico, la refezione scolastica o la ristorazione fast in cui la necessità di limitare la produzione di rifiuti indifferenziati è sempre più pressante.
“Optare per stoviglie monouso compostabili significa ridurre l’impatto ambientale dei servizi di ristorazione, assicurando uno smaltimento del rifiuto organico comodo e veloce, con grandissimi benefici per l’ambiente e per la salute delle persone. La partnership di Novamont con Cami e Eataly a Expo2015 ha dimostrato che 3 eccellenze possono dare un grande contributo alla soluzione del tema del fine vita degli oggetti di uso comune, rendendo disponibili soluzioni e prassi virtuose di sostenibilità”, ha commentato Alessandro Ferlito, responsabile commerciale di Novamont.

In virtù del successo di questa operazione per EXPO2015, Novamont e CAMI proseguiranno nello sviluppo del prodotto al fine di poter soddisfare la crescente domanda di monouso compostabile certificato e funzionale della ristorazione collettiva.

Azienda
Applicazioni
Materiali